domenica 21 aprile 2019

Greta, forza profetica e fragilità...simbolo dell'ambiente!

(Roma, 19 aprile, foto di Nicola Bassi)
Ora in tanti attaccano Greta. Beceri vecchi pseudo giornalisti come Feltri che la definisce rompiballe, o Maria Giovanna Maglie che la vuole addirittura uccidere con l'auto, in un tripudio di violenza antiecologista (con l'auto appunto), ma anche giovani filosofi megalomani come Fusaro, forse invidiosi di tanta celebrità, e giornali come Il messaggero...Ma non solo. Sento serpeggiare anche tra alcuni ambientalisti un po' di critica, sul fatto che Greta sia troppo esposta e dica cose troppo stereotipate, senza dare soluzioni concrete. In parte è vero. Anch'io, ascoltandola, spesso ho pensato che avrebbe dovuto dire qualcosa di più concreto, tipo "stop trivelle" o "basta incentivi al fossile", oppure "muovetevi in treno e non in auto a benzina". Ma di fatto lei lo testimonia: si muove solo in treno e non in aereo, oppure in auto elettriche condivise, non mangia carne, non usa plastica usa e getta.

giovedì 28 marzo 2019

Tutta Genova in bici!


Fioccano le critical mass, da Genova a Napoli da Milano a Torino passando per Bologna, pedalate in massa di grandi e piccini, manifestazioni di bici pacifiche che si riprendono la strada, per chiedere un'Italia più accogliente, sostenibile e solidale!
Ma la massa critica più bella e colorata, è stata forse quella genovese. Sì perché...chi l'ha detto che a Genova, in bici, non si può andare?
Il 21 marzo, un grande bicibus, in versione Critical Mass, di circa 400 bambini e genitori ha percorso Genova, "per dire alla città che una mobilità sostenibile è già possibile, educativa e divertente; e per chiedere alle istituzioni misure urgenti per proteggere e incentivare il popolo delle biciclette." Momento apice è stata la fotografia collettiva davanti a Palazzo Tursi alle 8.30 con la consegna al Sindaco Bucci di un documento che raccoglie richieste trasversali alla città e progetti per l’area centro storico."Chiediamo ciclo-posteggi antifurto davanti a tutti gli asili, le scuole e le piazze. Chiediamo corsie ciclabili sulle strade principali per la sicurezza di genitori e figli. Chiediamo mezzi pubblici che permettano e incentivino il trasporto bicicletta."
(qui il video)

mercoledì 27 marzo 2019

School streets: le strade ai bambini!

Firmate qui!!! https://www.change.org/p/school-streets-le-strade-ai-bambini

I bambini ed i ragazzi hanno diritto a camminare (e pedalare) sulla strada sicuri, anche in autonomia, e vivere in un ambiente non inquinato. Un diritto sancito dalla Convenzione ONU di Diritti dell’Infanzia e dall’Unicef (Costruire Città amiche delle bambine e dei bambini Nove passi per l’azione), che però viene quotidianamente negato nelle nostre città, soprattutto davanti alle scuole, i luoghi più frequentati dai bambini. Luoghi dove si dovrebbero imparare i valori di civiltà, di sviluppo sostenibile, di rispetto della vita e dell’ambiente.
Eppure proprio davanti alle scuole troviamo ogni giorno auto ammassate, in doppia fila, davanti al portone, fin sopra ai marciapiedi e sulle strisce, magari col motore acceso. Uno spettacolo vergognoso, pericoloso, che nuoce alla salute di milioni di bambini e ragazzi ogni giorno in Italia. In numerosi Paesi del Nord Europa le strade davanti alle scuole (school streets) sono pedonalizzate e i ragazzi possono accedere in sicurezza, in bici, a piedi o col monopattino.

domenica 24 marzo 2019

Anche Famiglie senz'auto solidale con Critical Mass!

Ci uniamo allo sdegno per la repressione della Critical Mass a Torino, avvenuta il 21 marzo: queste manifestazioni di resistenza pacifica e occupazione della strada dovrebbero essere facilitate, accolte e incentivate. La strada è di tutti!

Giulietta Pagliaccio, presidente di FIAB-Federazione Italiana Amici della Bicicletta, la più vasta realtà associativa di ciclisti italiani non sportivi, attiva da oltre trent’anni nella promozione della bicicletta quale mezzo ecologico per la riqualificazione dell’ambiente urbano ed extraurbano, commenta cosi la vicenda:

giovedì 7 marzo 2019

Audizioni alla commissione trasporti

Ecco il documento presentato in Commissione Trasporti per audizione sulla modifica del Codice Strada da parte di noi FAMIGLIE SENZ’AUTO e BIKE TO SCHOOL, per noi  a presentarlo il 5 marzo c'era Anna Becchi!
https://webtv.camera.it/evento/13904

OSSERVAZIONI SULLE MODIFICHE AL CODICE DELLA STRADA
AUDIZIONE ALLA COMMISSIONE TRASPORTI DELLA CAMERA del 5/03/2019
Rappresentiamo movimenti spontanei di genitori e famiglie che hanno fatto la scelta di vita di non possedere / utilizzare la macchina per gli spostamenti quotidiani e di gruppi di genitori che si auto-organizzano per accompagnare i figli a scuola in bicicletta in città, periodicamente.
Come genitori che scegliamo ogni giorno di muoverci con mezzi sostenibili, promuoviamo e chiediamo alle amministrazioni centrali e locali:
• Città a misura di persona, di bambino, di anziano e quindi pedonalizzazioni, zone 30 e riduzione del numero di automobili ferme e in circolazione
• La chiusura al traffico delle strade delle scuole
• L’incentivazione e la facilitazione di ogni forma di mobilità sostenibile
• La riduzione della velocità dei mezzi a motore, prima causa di morte negli incidenti

domenica 20 gennaio 2019

Time for action, una canzone contro la prepotenza delle auto





La Fondazione Luigi Guccione Onlus, che ha ideato la canzone, è nata per proteggere ed assistere le vittime della strada e del sistema della mobilità. Fa parte della Federazione Europea delle vittime della strada (www.fevr.org) e dell'International Road Victims Partnership's (www.irvp.org). Abbiamo intervistato il suo fondatore, Giuseppe Guccione, fratello di Luigi, morto sulla strada.

L: Come vi è venuta l'idea di questa canzone e con chi l'hai realizzata?
G: Un anno fa  al matrimonio di mia figlia Giulia, 18 giugno 2017, dopo il pranzo in un agriturismo su una collina di Cesena, osservo mia nipote Gioia ed il suo amico Pietro seduti tra gli ulivi  guardare il mare. Niente traffico, aria pulita, tranquilli a parlare...
Ho parlato con Gioia e mia figlia e poi Gioia ha realizzato dei disegni sul tema.Quando abbiamo scritto una guida per i diritti dei bambini in movimento molte delle cose le ha suggerite lei parlando con me e con sua mamma.
Abbiamo avviato 5 mesi dopo un lavoro importante ed abbiamo iniziato ad elaborare un progetto per “Una città dei bambini e delle bambine in movimento”  ed una “Carta” dei loro diritti. A Torino col Comune in  un incontro con centinaia di bambini delle scuole della città col Sindaco Chiara Appendino, insegnanti e genitori. Domenica 19 novembre 2017.
Ne ho parlato poi al mio amico Andrea Peruzzi (già batterista dei Negrita)  e poi con Paolo Riviera (Riccardo Aglietti).
Abbiamo coinvolto tutto il Gruppo Paolo Riviera Band (con Pamela Aglietti, voce, Marco Bertini Giga, basso, Andrea Peruzzi, percussioni, Massimo Nuti, chitarra elettrica).

lunedì 7 gennaio 2019

Il cambiamento? Tornare indietro di 50 anni su mobilità sostenibile e tutela dei centri storici

Aderiamo anche noi, come famiglie senz'auto alla protesta delle associazioni contro il comma 103 della Finanziaria!

IL CAMBIAMENTO? TORNARE INDIETRO DI 50 ANNI SU MOBILITA’ SOSTENIBILE E TUTELA DEI CENTRI STORICI 
Il Governo cancelli subito il comma 103 della Finanziaria




Nella Legge di stabilità appena approvata, il Governo attuale, che si definisce “del cambiamento”, ha inserito una modifica pericolosa al Codice della Strada: si tratta di una norma, il comma 103, che obbliga i Comuni a consentire “in ogni caso” a tutte le auto elettriche e ibride la circolazione nelle aree pedonali e nelle ZTL.

A nostro parere, questo intervento è una mostruosità che riporta indietro il Paese di almeno 50 anni, cancellando con due righe improvvisate i risultati raggiunti in decenni su mobilità sostenibile e tutela di piazze e strade delle città italiane, a danno di abitanti, commercianti, turisti e monumenti, alla faccia anche della sicurezza delle persone.